Reazione avverse ai farmaci, al via #MedSafetyWeek: farmacisti coinvolti nella campagna

52

Al via la campagna di sensibilizzazione sull’importanza di segnalare gli effetti avversi, con il coinvolgimento di farmacisti, medici e pazienti

di Redazione Farmacista33

Sensibilizzare sull’importanza delle segnalazioni dei sospetti effetti indesiderati dei medicinali è il focus della campagna globale #MedSafetyWeek, dedicata alla farmacovigilanza, e si rivolge a farmacisti, medici e pazienti. L’iniziativa, attiva dal 6 al 12 novembre, vede la partecipazione di numerose organizzazioni non governative e più di 80 Agenzie regolatorie, tra le quali anche l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa).

Farmacisti, medici e pazienti possono fare farmacoviglianza

Con l’hashtag #MedSafetyWeek, per una settimana all’anno, gli enti regolatori dei medicinali di tutto il mondo condividono simultaneamente i materiali della campagna sui loro social media. La campagna 2023 si concentra su “Chi può segnalare?”, cioè come pazienti, medici, farmacisti e altri operatori sanitari possono contribuire alla farmacovigilanza. La campagna, giunta all’ottava edizione, è guidata dall’Umc (Uppsala Monitoring Center) il centro collaboratore dell’Organizzazione mondiale della sanità per il monitoraggio internazionale dei farmaci ed è sostenuta dai membri della Coalizione internazionale delle Autorità di regolamentazione dei medicinali (Icmra).

Le campagne precedenti si sono occupate di come i pazienti e gli operatori sanitari sfruttano la sicurezza (2022), di come incoraggiare i pazienti e gli operatori sanitari a segnalare tutti gli effetti collaterali, in particolare quelli associati ai vaccini (2021), ai trattamenti nuovi o sperimentali (2020), alla polifarmacia (2019 ), bambini e gravidanza (2018) e prodotti da banco (2017).  

Perché è importante segnalare una reazione avversa ai farmaci
Le autorità di regolamentazione si affidano alla segnalazione delle reazioni avverse ai farmaci (Adr) per garantire che i medicinali sul mercato siano accettabilmente sicuri. Sfortunatamente, tutti i sistemi di segnalazione soffrono di una carenza di segnalazioni. Ecco perché l’Umc coordina una campagna annuale sui social media per sensibilizzare i pazienti e il pubblico sui sistemi di farmacovigilanza e promuovere il riconoscimento e la segnalazione delle sospette Adr. Tutte le Agenzie dei medicinali gestiscono sistemi per rilevare e analizzare gli effetti indesiderati dei farmaci. Lo scopo del monitoraggio della sicurezza è quello di ottenere maggiori informazioni sugli effetti indesiderati già noti ed eventualmente scoprirne di nuovi per proteggere i pazienti. Per questo, ogni segnalazione effettuata da un paziente o da un operatore sanitario viene attentamente valutata ed esaminata per individuare le misure da adottare per ridurre o prevenire possibili problemi per i pazienti. Attraverso la partecipazione alla campagna 2023, Aifa intende ricordare ancora una volta l’importanza di segnalare sempre i sospetti effetti indesiderati dei farmaci direttamente sul sito dell’Agenzia, seguendo le indicazioni contenute nella pagina “Come segnalare una reazione avversa“.


 Per saperne di più:
 https://who-umc.org/pharmacovigilance-communications/medsafetyweek/ 

Fonte: Farmacista33